giovedì, luglio 17, 2014

Passeggiando a Cavallo tra boschi e colline

La mia cavallina Fhenyx è stata salvata dal mattatoio
Ricordate quella volta che ci sono rimasta tanto male per non aver potuto cavalcare nella Monument Valley? Grave smacco per una come me che ama tanto i film western...

Ma a pensarci bene sono una Clucher e sono più adatta agli spaghetti western!

Così sabato mi sono presa la rivincita... Grazie all'invito di Leonardo, che mi ha ospitato nella sua splendida Villa Clodia, ho trascorso il weekend a Manziana e dintorni, gli stessi scelti come location di vari film, compresi alcuni spaghetti western. 

Ed è stato così che la sera di sabato sono andata al Centro Equestre il Sorriso di Bassano Romano.
Cavalcando nella faggeta


Non sono certo un esperta cavallerizza, ma posso dire che bene come qui non mi ero mai trovata... Merito soprattutto di Maurizio, il titolare del centro, che non si è lasciato ingannare dal mio abbigliamento da perfetta amazzone, così la mia passeggiata è diventata una vera lezione di equitazione. 



Maurizio, a cavallo da quando aveva 4 mesi
Eravamo un bel gruppetto, ma lui sempre pronto ad osservare come cavalcavano i principianti, vedere cosa sbagliavano. Bastava una parola, un consiglio, un esercizio (apparentemente) improvvisato, per correggere gli errori ed insegnare il corretto modo di andare a cavallo... è stato davvero un piacere vederlo cavalcare e ascoltarlo mentre rallegrava la compagnia fischiettando colonne sonore, non a caso di famosi film western.


Ed è stato così che grazie al suo aiuto, nonostante il mio allenamento fosse pari a zero,
Blogger a cavallo
che sono riuscita a cavalcare per oltre due ore e mezza la mia cavallina Phoenix,  che a Maurizio deve la vita. Il suo triste destino infatti era il mattatoio, sue e di altri cavalli che ha voluto salvare offrendo loro una seconda vita. Per qualcuno erano solo carne da macello, ora invece sono felici di accompagnare amazzoni e cavalieri nelle loro passeggiate tra splendidi panorami che attraversano colline e boschi. Castagni, querce ma soprattutto faggi. Sì, perché questa zona vanta una faggeta che è una delle più grandi d'Europa, ma che cresce ad un'altitudine insolitamente bassa appena a 500 metri sul livello del mare, invece degli oltre 1500 dell'Appennino.


Un'altra cosa che ho molto apprezzato della mia passeggiata, è stato il fatto di cavalcare non
solo con dei principianti (come fino ad ora mi era sempre capitato) ma anche con cavalieri esperti... Insieme abbiamo fatto quasi l'intero anello di circa 25 Km, solo in un tratto Maurizio ci ha fatto fare una breve scorciatoia. 
Un bellissimo giro di circa 25 Km


Certo che due e mezza in sella sono veramente tante, ma non è stato così faticoso come avevo immaginato, forse perché ad aiutarmi sono stati anche la piacevole compagnia, il paesaggio e il sorriso di Maurizio.

Finita la passeggiata il gruppo non si è separato, insieme abbiamo partecipato ad una delle cene a tema che periodicamente organizza il centro equestre... 
Festa americana, non manca proprio niente

Questa volta era una festa tutta in tema stelle e strisce.
Hamburger
 Per me che non mangio carne era pronta un'alternativa vegetariana, per tutti gli altri hamburger e hot dog, da farcire a proprio gusto e inondare di salse. E poi le immancabili patatine fritte!

Una serata per stare insieme e per approfondire le conoscenze fatte durante la passeggiata a cavallo.
come da tradizione, marshmallow arrostito

Pur rinunciando al menù di carne, anche io ho avuto il mio tocco di made in Usa, con una vera schifezza: chissà che avrebbe detto quell'americano a Roma di Alberto Sordi vedendomi mangiare un una vera schifezza: chissà che avrebbe detto quell'americano a Roma di Alberto Sordi vedendomi mangiare un marshmallow arrostito al fuoco (di una candela)! L'ho visto fare troppe volte nei film americani per non provare l'effetto che fa.... Ora mi sono tolta la soddisfazione... per sempre. 

L'ho visto fare troppe volte nei film americani per non provare l'effetto che fa.... Ora mi sono tolta la soddisfazione... per sempre.

Gran finale di cena con una fantastica apple pie
Apple Pie, ancora tradizione USA

Probabilmente tornerò al Centro Equestre il Sorriso, chissà, magari approfitterò anche della loro ospitalità con il servizio di bed and breakfast per un'esperienza più coinvolgente... Ci vorrà invece molto, molto, allenamento per sperare di partecipare ad uno di loro fantastici trekking a cavallo di due, tre giorni tra il Lazio e le regioni limitrofe. 
Il Centro Equestre il Sorriso è a Bassano Romano (VT)

Fare turismo equestre è sempre stato il mio sogno, perché il paesaggio ammirato dalla dimensione cavallo è tutta un'altra cosa, senza contare che con il cavallo spesso si arriva in posti altrimenti irraggiungibili. Ma per quello ci vuole allenamento, non ci si può certo improvvisare... per ora mi accontento di una cavalcata di un paio d'ore ogni tanto... poi si vedrà, in fondo da Roma a Bassano si arriva in circa un'ora, si può fare, anche spesso!
Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...