martedì, novembre 19, 2013

Siena, tra Trekking urbano e prodotti locali

Il buongiorno dell'Hotel Garden
foto di Claudia Lovisetto
Dopo un riposo rigenerante e una ricca e variegata colazione, con a scelta dolci anche fatti in casa o buffet salato, nella prestigiosa villa dell’Hotel Garden, in via Custoza 2, posizionata in mezzo ad un bosco, inizia la seconda giornata del blog tour che si svolge a Siena in occasione dell’evento culturale ed enogastronomico Sette note in sette notti, a cura dell’assessoratato alle Politiche per il Turismo. 


Botteghe "verdi" a Siena
Foto Claudia Lovisetto
Tra le stradine per arrivare al centro storico non mancano botteghe ben curate di frutta e verdura che espongono anche primizie di carciofi e funghi porcini a prezzi competitivi. 


Siena merita di essere ammirata anche dall’alto e così dopo tanti gradini per arrivare in cima alla Torre del Mangia, si può finalmente godere di un panorama mozzafiato con la nebbia che offre una connotazione ancora più poetica e malinconica del Monte Amiata e dei monumenti della città. 
Dalla Torre del Mangia un panorama unico
Foto Claudia Lovisetto
La guida Rita Ceccarelli ci accompagna nella visita al Museo Civico e alle Stanze Segrete di Palazzo Pubblico, ricco di capolavori d’arte ed esempio di architettura gotica civile. L’affresco del buono e cattivo Governo di Ambrogio Lorenzetti (1338-39) offre l’immagine della città medioevale con la vita quotidiana tra botteghe ed artigiani. Famosa la donna vestita di bianco e distesa su un’armatura,  allegoria della pace riconosciuta anche dall’Unesco. 
Fonte Gaia
Foto Claudia Lovisetto
Dopo una ricca abbuffata di arte e cultura, il trekking urbano in giro per le strade e i vicoli di Siena appaga la curiosità del visitatore con aneddoti sfiziosi. Si parte dalla fonte Gaia, proprio su Piazza Del Campo, un nome che ricorda l’acqua che viene dalla terra attraverso canali sotterranei, ma che può anche significare la gioia dei senesi per l’arrivo dell’acqua al centro della città (1346) dopo tanti scavi per costruire l’acquedotto. 
Via di Beccheria, qui c'erano i macellai
Foto di Claudia Lovisetto
 E  poi via, in via di Beccaria , la via dei becchi- macellai.  

Botteghe artigiani, le immancabili le vetrate artistiche
Foto di Claudia Lovisetto

 E ancora il negozio di vetrate artistiche toscane vendute in tutto il mondo e scorci di vita quotidiana nella contrada dell’Oca che ancora espone la bandiera del palio. 

E' la contrada dell'Oca ad aver vinto l'ultimo Palio
Foto Simonetta Clucher
Guardando a terra non può sfuggire il disegno stilizzato di un pesce che appartiene all’usanza di segnare le lastre e le pietre. 
Siena vi svela tanti segni nascosti
Foto di Claudia Lovisetto
A breve partirà il progetto “Tempo di Zulu” (fuso orario) che prevede proprio un percorso di arte contemporanea alla ricerca dei segni a terra e sui monumenti. Non esiste solo il vino Chianti, ma anche l’acqua come dimostra la più antica fonte di Siena del 1190, con sorgenti sotterranee. 
Basilica di San Domenico
Foto di Claudia Lovisetto

 E dal basso svetta, costruita sulla pietra arenaria, la basilica Cateriniana di San Domenico che conserva la testa e il pollice destro di Santa Caterina.
Enogastronomia, un vanto di Siena
Foto di Claudia Lovisetto
Camminare per le strade in salita mette appetito, ma il ricco pranzo con i prodotti del Consorzio Agrario di Siena, a cura dello chef  Massimiliano Cappelli, è assolutamente all’attesa delle aspettative. Alessandro Pannacci, dirigente del Consorzio e Roberto Neri, Capo Servizio Alimentari ci spiegano il loro impegno nel promuovere e valorizzare i prodotti del territorio.

Salumi e formaggio, antipasto da leccarsi i baffi
Foto Claudia Lovisetto

I salumi provengono da animali della zona e ben si conosce quello che mangiano, anche il formaggio, come ad esempio il pecorino, è il risultato di una mungitura che avviene il mattino presto. Così il latte va subito in laboratorio, senza essere conservato in frigo. Il Consorzio Agrario opera in stretta collaborazione con gli allevatori di Siena e scopre spesso realtà straordinarie come ad esempio il formaggio prodotto dai fratelli Floris a Monte Cetona. 

Carne chianinaFoto di Claudia Lovisetto
La carne chianina si distingue per un colore particolarmente vivo perché la frollatura viene fatta sull’animale intero per 35 giorni. 

La pappa col pomodoro, piatto semplice e gustoso
Foto Claudia Lovisetto

La pappa al pomodoro, piatto tipico toscano, ci viene proposta con grano verna, un prodotto di nicchia oggi rivalutato e rimesso in coltivazione perché ha il vantaggio di avere poche proteine e poco glutine ed è così adatto anche in caso di intolleranze. 

Conoscete la farina di Verna?
Foto Claudia Lovisetto


La farina di verna è diventatata oggi tra i prodotti più richiesti ed è nata anche una birra sempre utilizzando il grano verna. 
Pici all'aglione
Foto Claudia Lovisetto
 Le tagliatelle, condite con ragu bianco di cinta, risultano particolarmente leggere e i pici all’aglione appagano tutti i palati. 

Semplicemente... Chianti
Foto di Claudia Lovisetto

Il tutto annaffiato con vino Chianti e per chiudere gli immancabili ricciarelli e tozzetti.
Tozzetti e ricciarelli per un fine pasto goloso
Foto Claudia Lovisetto

Claudia Lovisetto
Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...