sabato, marzo 02, 2013

Parc Güell, arriva il biglietto di ingresso

Scalinata salamandra
La salamandra simbolo del parco
Foto di Lucrezia
Dal prossimo autunno chi andrà a Barcellona per visitare i luoghi di Gaudì dovrà prevedere nel budget qualche euro in più. 

Da ottobre infatti l'area monumentale del celebre Parc Güell, una delle tappe dell'itinerario dedicato all'archietto catalano, diventerà a pagamento.

Lo ha deciso il Comune che in questo modo vuole regolamentare l'accesso dei visitatori per preservare l'integrità di questo sito patrimonio dell'Umanità dal 1984,
Parc Güell sala 100 colonne
Sala delle 100 colonne, però sono solo 85

Tutto questo comporterà una serie di lavori il cui costo finale supera i 2 milioni di euro. Unico lato positivo, in questo periodo di crisi, è che per la gestione degli accessi al Parc Güell saranno creati 50 nuovi posti di lavoro.
Parc Güell
Il progetto era quello di una città giardino con 60 edifici
Il biglietto di ingresso costerà 8 euro, se ne risparmia invece uno se si decide di comprarlo in anticipo rispetto alla visita. Una scelta consigliabile, anche per essere certi di poter entrare. La nuova polita degli accessi infatti prevede un massimo di 800 visitatori ogni ora, compresi gli eventuali centro iscritti in un apposito registro che avranno diritto ad entrare gratuitamente.
Parc Güell
L'entrata, limitata a 800 persone l'ora, costerà 8 €
L'entrata rimarrà libera, la di fuori del numero orario prestabilito, per gli abitanti e le scolaresche dei quartieri limitrofi. Per altre tipologie di gruppo sono previste invece delle riduzioni.

La regolamentazione dell'accesso prevede anche l'introduzione di particolari orari di apertura:
  • in inverno dalle 8.30 alle 18
  • in estate dalle 8 alle 21.30
Parc Güell
Costruito tra il 1900 e il 1914 prende il nome
dall'industriale che lo commissionò
Foto di Lucrezia

Tutto è pronto, il comune ha deciso anche che l'avvio dei lavori partirà a maggio, in modo da non intralciare il flusso estivo dei visitatori e soprattutto evitare una chiusura forzata, ma intanto la decisione dell'amministrazione comunale  ha già scatenato le prime polemiche.
Parc Güell
Parc Güell: materiali variopinti, assenza di liee rette
e armonia con la natura che lo circonda
 I cittadini del gruppo Defensem el Park Güell  sostengono che siamo di fronte ad una sorta di privatizzazione del parco e che il vero motivo di questa scelta non sarebbe tanto quello di difenderlo dal degrado, quanto quello di monetizzare. Ecco perché hanno dato il via ad una petizione on line che, nel giro di una settimana, ha già raccolto oltre 40 mila firme.
Parc Güell
Dal 1922 è di proprietà del comune di Barcellona
che lo destinò a parco pubblico

Foto di Lucrezia
Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...