martedì, maggio 22, 2012

#terresienayoung: un weekend a cavallo

Blogger a cavallo
Foto di Ernesto De Matteis
Eccomi pronta per raccontare in dettaglio  il bellissimo finesettimana che ho trascorso in Terre di Siena. 

Ancora grazie ad Annarita e Maria Antonietta per l'organizzazione e per averci fatto provare tante emozioni con questo blog tour #terresienayoung

Una delle più intense per me (e si capisce dalla foto) è stata la bellissima passeggiata a cavallo organizzata per noi presso la sede dell'Associazione Equestre Tre Laghi tra Chiusi e Chianciano Terme. 


Al nostro arrivo ci hanno fatto fare un giro per illustrarci le caratteristiche del centro ippico che per la sua posizione è anche un importante punto di sosta lungo le ippovie della provincia di Siena, poi ho indossato la mia tenuta da amazzone e, finalmente, sono salita in sella.

foto Ilgatto Conglistivali

Era tanto che non andavo a cavallo, l'ultima volta, se non ricordo male fu nel parco di Yellowstone, ma vi assicuro che cavalcare tra il verde della Toscana non è da meno. 

foto Ilgatto Conglistivali
Certo la nostra passeggiata è stata solo un assaggio della straordinaria esperienza che può vivere chi sceglie di esplorare queste terre in sella, affidandosi alle forti zampe del cavalllo, al suo passo lento che offre al cavaliere la possibilità di muoversi lungo percorsi immersi nella natura, lontani dal traffico, che offrono la possibilità di scoprire borghi e villaggi dal sapore autentico e fare incontri indimenticabili con la gente e i cibi genuini. 

Ogni stagione, con le sue diverse luci e vegetazione sa offrire ai cavalieri le giuste emozioni... insomma, non c'è un periodo migliore: le Terre di Siena, con le sue colline sono pronte tutto l'anno ad accogliervi. 

Un turismo equestre, ma anche culturale, ciascuna delle otto ippovie attrezzate toccano o passano vicino a paesi e borghi che hanno molto da offrire in fatto di arte e cultura.

Montepulciano
foto Ilgatto Conglistivali
 Spostarsi lungo un'ippovia significa poter contare su punti di appoggio, effettuare soste in luoghi turisticamente interessanti e poter contare su un'assistenza logistica che va dall'accoglienza al cambio dei cavalli. Certo viaggiare lungo un'ippovia richiede una certa preparazione, ma questo non significa che ai meno esperti questa esperienza sia preclusa. Molti sono i centri che organizzano escursioni giornaliere che comprendono il noleggio dell'animale e l'assistenza di una guida.

Prima di darvi appuntamento al prossimo post targato  #terresienayoung è doverso un ringraziamento ai due fotografi Maurizio di Sulle Strade del Mondo ed Ernesto di Trippando  che con i loro scatti hanno immortalato la mia passeggiata. Un vero peccato che Nicola, Rossella e Francesca se la siano persa... Rossella però ha avuto il suo momento di gloria equestre a Montepulciano
foto Ilgatto Conglistivali


Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...