lunedì, marzo 19, 2012

Primavera marsigliese, in bici lungo la Corniche


Con l'arrivo della primavera sale la voglia di fare un viaggio per dimenticare il freddo che questo inverno ha fatto sentire la sua morsa in tutta Italia. Elena mi ha chiesto un consiglio su una meta per un weekwend lungo a aprile... il mio suggerimento è Marsiglia.
Perché proprio Marsiglia? Intanto il clima in primavera è particolarmente mite e poi perchè offre un dei tramonti di una suggestione unica, mentre il sole cala nelle acque della rada...  fra le tante cose che si possono fare, dallo shopping alle uscite in barca, quello che vi consiglio è un itinerario in bicicletta (o a piedi) dal Vieux Port (Porto Vecchio) alla spiaggia del Prado.

Un modo diverso per assapore le atmosfere di questa località. Partendo dal Vieux Port si pedala lungo la Corniche, la strada panoramica. Cinque chilometri da percorrere senza fretta, fermandosi più volte ad ammirare le vedute del paesaggio che sa offrire questo straordinario balcone sospeso sul Mediterraneo, tra ville borghesi, spiagge sabbiose e scorci indimenticabili.
Lungo il percorso di potranno fare incontri di ogni tipo: dai pescatori agli appassionati di jogging, dalle coppiette in cerca di romanticismo agli amanti della fotografia in cerca dello scatto migliore o al pittore intento a fermare sulla tela il paesaggio.

Tra le spiagge più interessanti vi segnalo: la “plage ded Catalenses”, la preferita dai marsigliesi, anche per la sua vicinanza al Vieux Port. Una curiosità: è qui che aveva la locanda Mercédès, eroina del romanzo “Il Conte di Montecristo”; la Plague du Prophete, perfetta soprattutto per chi ha voglia di divertirisi: molto frequentata dai giovani, è conosciuta anche per le feste notturne; proprio alla fine della Corniche si trova la principale spiaggia sabbiosa di Marsiglia, che fa parte del Parco Balneare del Prado, perfetta per chi ama il surf o semplicemente far volare gli aquiloni, la sua costante brezza non vi deluderà.

Ville e palazzi sono una caratteristica della Corniche. Da sermpre i ricchi francesi amano farsi costruire qui ville originali e fantasiose. Molte sono private, altre invece appartengono al Comune. Tra i tanti che qui hanno voluto avere una residenza anche Napoleone III che nel 1852 si fece costruire Le Palais du Pharo. Oggi ospita congressi e seminari, ma il giardino è pubblico e vale una visita, soprattutto per la superba vista sul Vieux Port.

Tra gli scorci più pittoreschi che sa offrire la Corniche c'è il Vallon des Aufffes, un porticciolo da pesca con i cabanons dei pescatori e deliziosi ristorantini dove assaporare un'ottima "bouillabaisse" (zuppa di pesce);

E poi ovviamente c'è il Vieux Port, il Porto Vecchio, che racchiude il cuore e lo spirito di Marsiglia. Qui, tra mercati del pesce, pescerecci, caffè e ristoranti si trova l'aspetto più genuino della città. In particolare a Le Panier, un quartiere dove vi ritroverete a passeggiare tra anziani seduti fuori da bassi, panni stesi e scene di vita quotidiana.
Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...