lunedì, maggio 09, 2011

Questo è l'anno di Corfù

Il sole che in questi giorni sta iniziando ad intiepidire le nostre giornate fa anche venire voglia di vacanza. 

L'estate 2011 sarà diversa da quella degli scorsi anni. Il Mediterraneo risente degli episodi che hanno colpito il nord Africa e così si cercano mete considerate più tranquille. 

Chi ha voglia di “mare bello” punta soprattutto su Turchia e Grecia.
Sono le spiagge di queste due nazioni che faranno la parte del leone e, secondo uno studio dell'inglese Post Office i turisti troveranno anche prezzi mediamente più bassi del 10% rispetto alla scorsa estate. Sorprendente anche scoprire che Dubai risulta più economica dell'Egitto.

Grande protagonista dell'estate 2011 sarà Corfù, un'isola straordinaria dove oltre a grandi spiagge dalla sabbia fine, lambite da mare cristallino, si trova una buona offerta culturale e gastronomica, con sapori e profumi capaci di rendere ancora più piacevole il soggiorno. Insomma, un angolo di paradiso dietro l'angolo.

Da dove comincio? Iniziamo con una curiosità sportiva. Passeggiando per l'isola non sarà difficile incontrare giocatori di criket, un gioco sicuramente più britannico che greco! La tradizione del cricket a Corfù risale al 1823 quando, il giorno di S. Giorgio fu giocata la prima partita. Ovvio che si tratti quindi di un “regalo” della dominazione inglese. 

Da una curiosità all'altra, questa volta legata però ad un profumo di questa terra: il bergamotto che, solitamente associato alla Calabria, rientra tra i prodotti locali per eccellenza di Corfù, assieme all'olio d'oliva e all'origano. Visto che ora vi ho portato a tavola, è il momento di parlare dei piatti tipici che caratterizzeranno il vostro soggiorno enogastronomico. Prodotti principali sono carne, pesce, olio e verdure, senza trascurare il miele, l’olio, il formaggio e lo yogurt di capra. Al ristorante, accanto ai piatti tipici greci, potrete gustare anche ricette locali come : troviamo la pastitsada (a base di pollo o galletto cotto con spezie, pomodori e vino), il sofrito (vitello cotto in casseruola con salsa di vino, pepe bianco ed aglio), l’agnello cotto allo spiedo o come principale ingrediente della zuppa Avgolemono, mentre per chi preferisce il pesce, la zuppa da scegliere è il Bourdeto. Se poi come me andate matti per i dolci, da non perdere è la Sicomada, preparata con fichi secchi impastati con arachidi, mandorle, buccia d'arancia, noce moscata, pepe, cannella, mosto ed ouzo (il liquore greco per eccellenza).

Una vacanza a Corfù vi porterà a stretto contatto con la bellezza naturale di quest'isola, tra villaggi tradizionali e siti archeologici. A differenza di tante piccole isole greche, Corfù non si rivela subito al viaggiatore, ma lo fa piano piano, invitando alla sua scoperta. Meta molto ambita in estate, stagione che qui inizia presto e finisce tardi (maggio-settembre), ha tanto da offrire anche negli altri periodi dell'anno, tra gli appuntamenti più importanti ci sono il carnevale e le celebrazioni della Settimana Santa.

Corfù con le sue spiagge e i suoi panorami è anche una meta molto romantica al punto che è stata indicata come possibile luogo segreto per la luna di miele dei neo sposi William e Kate.

Non serve essere principi per godersi una vacanza a Corfù, l'isola è facilmente raggiungibile via nave, trovandosi sulla rotta tra Italia e Grecia e sono molti i traghetti che fanno qui la prima fermata, per poi proseguire per i principali porti come Patrasso o Igoumenitsa

Il viaggio in nave però è un po' lungo e, a meno che non vogliate portare con voi auto o moto, è sicuramente più agevole arrivare in aereo. Molte città europee infatti hanno voli diretti. Per quanto riguarda i collegamenti con l'Italia vi segnalo il nuovo volo Airone  che collegherà Milano Malpensa con Corfù nel periodo 29 giugno – 11 settembre.


Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...