lunedì, dicembre 13, 2010

Il Cairo, il bazar di Khān al-Khalīlī


Per chi è sempre a caccia di offerte, vi segnalo quella di Airone, che offre biglietti aerei a tariffe speciali.

Un'occasione così è da prendere al volo, è proprio il caso di dirlo, anche solo per un week end. Sì, ma dove andare? In queste ultime settimane, presa dalla mia passione per i mercati di Natale, vi ho parlato di mete piuttosto freddine. Oggi cambio registro e, sulla scia dell'offerta Airone, mi butto sul caldo, ma sempre senza tradire la mia passione per i mercati. Insomma, vi porto a Il Cairo, nella meravigliosa confusione del bazar di Khān al-Khalīlī.

Fare un giro qui è immergersi nell'essenza dell'oriente. Secondo solo a quello di Istanbul, per quanto riguarda il vicino oriente, il bazar del Cairo è un'esplosione di colori, profumi e forme.
Un'esperienza imperdibile. Non a caso è considerato una delle principali mete turistiche della città.

Il suo nome tradisce l'antica origine, nel 1382, di caravanserraglio (Khan). Anche i prodotti venduti, salvo qualche eccezione, sono più o meno gli stessi da secoli. Buona la qualità dei tessuti e delle pelli. Tutte da provare le spezie, anche bisogna fare attenzione a non comprare curcuma per zafferano e a non lasciarsi ammaliare dal prezzo dell'oro, apparentemente molto conveniente, però non è a 18 carati!

Per chi vuole portare a casa qualcosa di particolare ci sono i profumi tradizionali, venduti in artistiche bottigliette di vetro. Oggetti tradizionali, ma anche souvenir, gli stessi che trovate un po' in tutte le aree archeologiche del Paese.

A Khān al-Khalīlī si fanno buoni affari, l'importante è non avere fretta. Vige infatti il tradizionale rituale del mercanteggiare, che richiede pazienza da entrambe le parti. E visto che l'arte del mercanteggiare è lunga e faticosa, il bazar offre anche la possibilità di riposarsi e riocillarsi in qualche caffè.

Io ho avuto occasione di visitarlo in occasione del Ramadam, anzi mi sono trovata a Khān al-Khalīlī anche in coincidenza della fine del mese di digiuno. Un'esperienza decisamente fuori dal comune. Provate ad immaginare che cosa significa la più importante festa dell'anno in una città di 15mila abitanti!

Ovviamente non si va al Cairo solo per il bazar, anche se è un'esperienza entusiasmante. Il Cairo è anche e soprattutto Museo Archeologico e Piramidi... ma di questo vi parlerò un'altra volta.
Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...