giovedì, settembre 09, 2010

A St Moritz con il trenino del Bernina

Il trenino più bello del mondo

Trascorrere delle vacanze in Svizzera è un'esperienza a tutto tondo che tocca città, terme, neve, natura e, ovviamente, montagne. Tra le “perle” che che il paese elvetico può vantare c'è anche la ferrovia alpina più alta d'Europa, cioè il trenino del Bernina. Un treno che è molto più di un mezzo di trasporto, non a caso dal 2008 è Patrimonio Unesco. Per molti è semplicemente il trenino più bello del mondo”.
Dal luglio 1910 ha inziato il suo viaggio sulle Alpi, mettendo in comunicazione Italia e Svizzera, per portare i turisti benestanti fino a St. Moritz. Un viaggio che, a distanza di un secolo, prosegue 365 giorni all'anno, incurante di freddo, ghiaccio e neve.


Il percorso
L'intero tracciato, lungo 61 Km, è segnato da venti stazioni intermedie, collega Tirano (429 m slm), a St. Moritz (1775 m slm) passando per il Passo del Berina (2.253 m slm) e si compie in circa 2 ore e 20 minuti di viaggio. Ma chi sale sul trenino rosso non si preoccupa dei tempi di percorrenza. Fare questo viaggio è come assistere in prima fila ad un grande spettacolo, protagonisti: la ferrovia e il suo percorso immerso in una natura che sa sorprendere.

Vagoni, locomotiva e stazioncine sembrano usciti da un negozio di giocattoli, eppure il trenino del Bernina si inerpica, senza cremagliere, lungo un percorso segnato da ghiacciai, fondovalle, boschi, laghi, montagne, compresi i “quattromila” imbiancati dalle nevi eterne, il tutto affrontando, senza fatica, pendenze che arrivano a toccare il 70 per mille.

Se pensate che questo sia un servizio turistico, vi sbagliate. Il trenino del Bernina è una sorta di tram della montagna che collega vari centri abitati ed è molto utilizzato dagli abitanti della zona per spostarsi da un paese all'altro. Per i turisti invecerappresenta il migliore dei modi per apprezzare lo splendore di queste montagne.

Quando andare?
Potrei dire sempre, perché ogni stagione ha qualcosa da offrire. Le fioriture primaverili, i paesaggi immacolati in inverno, la straordinaria tavolozza autunnale e ancora i colori, i profumi e la vita della breve estate di montagna. Per godere pienamente il viaggio però, sono sconsigliati i periodi di alta stagione, come agosto o i ponti, rischierete di fare il viaggio in piedi.

Per viaggiare sul Bernina express è sufficiente acquistare il biglietto alla stazione, ma se ci si vuole assicurare un posto sulle carrozze panoramiche è obbligatoria la prenotazione e pagare un supplemento.

Una raccomandazione, il tracciato ferroviario attraversa il confine italo/svizzero, quindi non dimenticate di portare con voi la carta d'identità, non sempre viene richiesta, ma è comunque necessario averla con sé.

Arrivati al capolinea la cosa migliore è quella di dormire a St. Moritz e godere pienamente quello che offre questa meta amatissima dai Vip, è considerata un po' sinonimo di soggiorno di lusso. Così come il trenino, anche St. Moritz è perfetta in tutte le stagioni, soprattutto per chi ama fare sport. 

L'inverno è patria degli sport invernali, mentre nel periodo estivo è il momento per fare escursioni o arrampicata, ma anche per praticare altri sport come la vela, il tennis, l'equitazione, il golf e molti altri ancora. Per chi invece non ama lo sport, può approfittare dei tantissimi eventi in programma tutto l'anno.

St Moritz
Anche se è famosa per la neve, il simbolo di St Moritz è il sole, che qui brilla per ben 322 giorni all'anno. Una garanzia dunque sia per chi sceglie di trascorrere qui le vacanze estive sia per chi è invece pronto a lanciarsi lungo i 350 km di piste o ad affrontare senza timore quella più ripida di tutta la Svizzera, con una vertiginosa pendenza del 100 percento sul dirupo del Piz Nair.

 Pensate che nei primi 7 secondi di gara gli sciatori possono raggiungere la velocità di 130 km! Certo una pista così non è da tutti, ma è riservata solo agli sciatori più abili, non a caso è stata utilizzata nel corso della Coppa del Mondo del 2003. Ma parlado di gare iridate, va aggiunto che prima ci furono altre due edizioni, nel 1934 e nel 1973. Importanti eventi sportivi che vanno ad aggiungersi alle due Olimpiadi invernali del 1928 e del 1948.
Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...