mercoledì, maggio 12, 2010

Maggio e giugno a Firenze

Con l'arrivo della primavera e delle temperature più miti, Firenze attrae un numero ancora maggiore di turisti, pronti a godersi il tepore del sole toscano e gli eventi che la città propone. Per molti è un turismo “mordi e fuggi”, facilitato anche dalla posizione centrale della città e dagli ottimi collegamenti ferroviari, ma la cosa migliore è fermarsi qualche giorno, e lasciarsi travolgere dal calendario di appuntamenti serali, primi fra tutti quelli del Maggio Musicale Fiorentino, un evento che ogni anno attira nel capoluogo toscano tantissimi visitatori.
L'edizione 2010 si intitola Verso Oriente, con un occhio di riguardo all’esotico in musica da Mozart alla contemporaneità. La novità che viene presentata per questa 73° edizione è Natura Viva, di Marco Betta, che viene presentato in prima assoluta al Teatro Goldoni, su libretto di Ruggero Cappuccio. Si tratta di un'opera ricca di riferimento a Palermo e alla Sicilia, regione che viene presentata come luogo evocativo dove convergono segni d’Oriente e di Occidente.

Molti i giovani artisti e i grandi nomi universalmente affermati che si esibiscono al Maggio, e quest'anno, per la prima, in cartellone anche i grandi nomi del jazz e un particolare rilievo per la danza. Il Maggio Musicale Fiorentino si concluderà il 22 giugno con un concerto in piazza, nel corso del quale Kurt Masur dirigerà la Nona Sinfonia di Ludwig van Beethoven.

Nel mese di maggio, proprio in occasione del Maggio Fiorentino, il Museo di Palazzo Vecchio offre ai visitatori un orario prolungato fino a mezzanotte, orario ridotto solo il giovedì, con chiusura alle 14.

L'apertura prolungata del museo coincide anche con una serie di attività per mostrare ai visitatori, soprattutto ai più giovani, gli aspetti meno conosciuti del Palazzo che, non serve ricordarlo, fu prima residenza della Signoria Fiorentina (fino al 1530), poi trasformata in reggia dal Duca Cosimo I dei Medici.Il programma di attività comprende visita si “Percorsi Segreti” (con partenza alle 18,30 e alle 21) e la Visita al camminamento di Ronda (con partenza alle 18.30 - 19- 19.30 - 21 - 21.30 – 22). Entrambi i percorsi sono accessibili a piccoli gruppi. Chi desiera parteciparvi, deve prenotarsi preventivamente presso il call centre tel. 055 2768224 - 055 2768225
E visto le belle giornata pre-estive vi consiglio un giro al giardino di Boboli, che ospita gli “Horti Pompeiani” un'occasione unica per vedere dal vivo l'attenta ricostruzione di due giardini privati di Pompei, così come dovevano presentarsi nel 79 d.C. al momento dell'eruzione del Vesuvio. Un vero e proprio viaggio nel tempo, per una passeggiata nel giardino della Casa dei Vettii e in quello della Casa dei Pittori al Lavoro.

Questi sono solo alcuni dei motivi per i quali conviene fermarsi qualche giorno in più, ma in questo periodo il mio consiglio è quello di non partire senza aver prima prenotato.
Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...