sabato, agosto 30, 2008

Turisti bloccati in Thailandia


Amara conclusione delle vacanze per circa 100 turisti italiani rimasti bloccati nel sud della Thailandia, dove per via delle proteste contro il premier Samak Sundaravej sono stati chiusi i due aeroporti di Phuket e Krabi . Per loro il rientro a casa si prospetta difficile anche se le autorità diplomatiche italiane stanno provvedendo alla loro assistenza e l'ambasciata sta fornendo sostegno ai tour operator per l'organizzare con mezzi alternativi il loro trasferimento a Bangkok, che dista circa 800 Km.
Complessivamente sono stati annullati oltre 100 voli, di cui 25 internazionali, che hanno lasciato a terra oltre 15 mila passeggeri, la maggior parte dei quali turisti.

Nel frattempo il primo ministro ha detto chiaramente che non si dimetterà mai e che la protesta di piazza contro di lui, che va avanti da cinque giorni, non lo intimorisce.
Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...