sabato, luglio 05, 2008

Viaggio in Giordania: 22/12/08 Mar Morto


Dopo una lunga pausa riprendo il racconto del mio viaggio di Natale che mi ha portato dalla Giordania alla Siria e in Libano.

Il viaggio dall'Italia non era stato dei più rilassanti. Ad Amman infatti eravamo arrivati in piena notte... anzi poco prima dell'alba! Per riprederci dalle fatiche del viaggio... e dalle poche ore di sonno, abbiamo optato per una giornata all'insegna del relax... più o meno...


E così dopo la visita ai mosaici di Madaba e al monte Nebo ci aspettava un rilassante tuffo nelle acque del Mar Morto, terza ed ultima tappa della giornata. Tuffo è un parolone!!!! Quando ci si bagna nel Mar Morto bisogna fare attenzione a non fare troppi schizzi, basta una piccola goccia d'acqua carica di sale per far bruciare gli occhi.


Comunque appena raggiunta la SPA ci siamo precipitati in sala da pranzo... già perché nel biglietto era compreso il pranzo, ma se non mangiavamo subito rimanevamo a stomaco vuoto. Buffet spettacolare... ottimo e abbondante... piuttosto care le bevande, ma era invevitabile.


Finalmente ci attendeva il fantastico Mar Morto. Per me si trattava di una seconda volta. La prima era stato alcuni anni fa nel mio viaggio estivo tra Turchia e Giordania.

Rispetto a quella prima volta devo dire che l'impatto con l'acqua è stato non facile... anche se a questa profondità fa decisamente più caldo rispetto al livello del mare... eravamo pur sempre a dicembre. In ogni caso, superato il punto fatidico, l'ombellico, in acqua si stava bene e non avevamo nessuna voglia di uscire. Il bagno nel Mar Morto è un'esperienza fantastica.

Ricordo che la prima volta, a causa di un imprevisto, avevamo dovuto accorciare il viaggio e tagliare delle tappe. Io volevo assolutamente andare ad Aquaba... tra il mar Rosso e il mar Morto non avevo dubbi... ma ero in minoranza, così a "forza" ero finita qui. Non me sono mai pentita.

Il senso di galleggiamento che si prova qui non si prova da nessun'altra parte.

E così, nonostante la temperatura, non certo estiva, molti di noi sono rimasti "a mollo" fino al tramonto.

P.S. la prossima volta che vado in Giordania... voglio fare la prova "giornale".


Nel fare ritorno ad Amman il nostro autista ci ha proposto di fare tappa in un negozio tipico di artigianato... la giornata era finita, stavamo tornando in albergo... si poteva fare. Peccato che il negozietto tipico si sia rivelato come il solito negozio “spennaturisti”, abbiamo girato un po', scroccato il te e poi siamo andati via senza comprare nulla.

A cena siamo andati in una bettolina vicino all'albergo spendendo circa 3 euro a testa. Mentre stavamo aspettando per entrare, da un tavolo esterno un anziano giordano sdentato, mi ha offerto una delle sue polpette (smozzicata). Io mi sono difesa come potevo cercando di non accettare, ma al tempo stesso a non offenderlo... credo sia stata una scena molto divertente (vista dall'esterno)... tutti ridevano e nessuno ha pensato a come togliermi dalla situazione imbarazzante.

La polpetta, ovviamente, alla fine non l'ho accettata!
Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...