sabato, febbraio 10, 2007

Sbaglia autobus e torna a casa dopo 25 anni

Ha dell'incredibile la storia di una donna malese che ha sbagliato a prendere un autobus, così invece che trovarsi a Narathinwat, nel sud della Thailandia, si è trovata 1200 chilometri a nord di Bangkok.

Fin qui non c'è molto di strano... può accadere a tutti, ma in questo caso la donna, per riuscire a tornare a casa ha impiegato ben 25 anni!

La donna, oggi 76enne, non sa nè parlare né leggere il thailandese, così non era riuscita a comunicare con nessuno, tanto da essere creduta muta.
La sua vita in questo periodo è stata prima sulla strada mendicando e vivendo per cinque anni all'aperto, poi in un centro di accoglienza per senza tetto dove ha incontrato tre studenti musulmani di Narathiwat che parlavano la sua lingua. A loro ha potuto raccontare la sua storia e tornare a casa dove ha potuto riabbracciare i suoi otto figli.


Anche io una volta... ho sbagliato autobus in un paese straniero
del quale non sapevo parlare e leggere la lingua. Ero in India con la mia amica Iolanda, era l'agosto del 1988. A dire il vero non avevo proprio sbagliato autobus, l'avevo semplicemente perso e seguendo il consiglio di un indiano ne avevo preso uno alternativo, ma sarei dovuta scendere in un villaggetto del quale non ricordo il nome (scusate non ho sotto mano il diario di viaggio) e da lì prendere un altro autobus diretto a Dharamsala.

Che incubo! Per quanto riguarda la prima fermata ci siamo affidate all'autista, ma una volta scese ci siamo accorte che eravamo nel nulla assoluto dove nessuno parlava inglese! Abbiamo atteso a lungo il nostro autobus ed ogni volta che ne vedevamo uno chiedevano "Dharamsala?", ma la risposta era sempre NO.

Abbiamo temuto che quella landa desolata non fosse collegata con Dharamsala, ma finalmente l'autobus è arrivato.

Lo stesso ci è capitato alla stazione di Delhi dove aspettavamo un treno che aveva accumulato ore e ore di ritardo. Del treno conoscevamo il nome Mirangel express, ma il tabellone era in indi... Gli annunci a dire il vero erano anche in inglese, ma come accade spesso in queste occasioni... non si capiva nulla e così ad ogni treno che veniva annunciato noi ponevano la stessa fatidica domanda: "Mirangel express?"
CHE ANSIAAAAA!!!!!!!
Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...