sabato, ottobre 28, 2006

Siccità in India

Per combattare la siccità le contandine indiane del Madhya Pradesh (India Centrale) hanno scelto di fare una sorta di danza della pioggia.

Una cerimona propiaziatrice fatta in topless.

I raccolti sono compromessi e allora le donne hanno pensato di offrire la loro nudità agli dei sperando, nella speranza che arrivi un aiuto dal cielo.

Le contadine così per mettere fine alla siccità hanno inziato ad arano i campi a seno nudo e rivolgendo agli dei preghiere propiziatrici.

Non piove, il governo non aiuta i coltivatori e i bambini muoiono di fame e loro non hanno trovato altro modo per cercare di uscire da questa difficile situazione.

Mentre gli uomini fino al tramonto rimangono lontano dai campi. E' solo quando il sole cala che le donne, finito il rituale di invocazione della pioggia, si rivestono e tornano a casa dove gli abitanti del villaggio concludono la giornata con una celebrazione votiva in onore di una rana. L'anfibio viene immerso nell'acqua e con questa poi bagnano i campi, il tutto in rispetto di una tradizione che ritiene l'acqua nella quale è stata bagnata la rana favorevole per l'arrivo della pioggia.

Intanto nell'Uttar Pradesh (India del Nord) i colviatori stanno reagendo con il suidicio alle stesse difficoltà.
Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...