mercoledì, settembre 20, 2006

I ghiacci si sciolgono, emergono isole nuove, ma gli orsi affogano


Il riscaldamento climatico si sa fa sciogliere i ghiacciai, ma quello che ha sorpreso gli scienziati è quello che è apparso tra i ghiacci del Polo Nord: delle isole sconosciute.
Rune Bergstrom, consulente sull'ambiente del governatore delle isole Svalbard (la patria del salmone norvegese per intenderci) ha parlato di almeno tre nuove isole, la più grande delle quali misura 300 metri per 100. Una buona notizia? Sicuramente non per gli animali artici, primo fra tutti l‘orso bianco che privati del loro ambiente naturale, il ghiaccio appunto, stanno affogando.
Gli orsi polari, infatti, solitamente vivono sul bordo della banchisa polare per riuscire a pescare più agevolmente, ma è proprio qui, che il ghiaccio diventa più sottile e cede sotto il peso dei pachiermi che finiscono in mare.
Secondo un recentissimo studio della Nasa i ghiacci del Polo Nord si stanno riducendo fino al livello molto basso registrato lo scorso anno, anche se il fenomeno è stato ritardato dal maltempo registrato ad agosto. '
“Quest'anno - ha spiegato Samantha Smith, direttrice del Programma artico del Wwf - ci sono condizioni molto inusuali dalle Svalbard all'Alaska''.
La sorte dell’orso polare potrebbe essere segnata dalla data del 2100, quella fissata da uno studio internazionale, secondo la quale il giaccio estivo, lo strato più sottile della calotta artica che si forma durante l'inverno, potrebbe scomparire completamente.
.
A sparire potrebbe essere non solo l’habitat dell’orso bianco, ma anche quello delle popolazioni indigene… per i bambini del prossimo secolo l’immagine dell’igloo potrebbe quindi diventare un’abitazione del passato da studiare durante la lezione di storia, al pari delle palafitte.
Un’inversione di tendenza è possibile, ma solo se finalmente le potenze del mondo, USA per primi, si decidano a ridurre le emissioni di anidride carbonica e degli altri gas serra. Una decisione che potrebbe aiutare il pianeta non solo a conservare i ghiacciai, ma anche ad evitare quei fenomeni meteorologici estremi che in questi ultimi anni sono sempre più frequenti.
Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...